Estrazione denti del giudizio: quando é necessario?

INDICE

L’estrazione dei denti del giudizio è un’operazione che può spaventare. Si tratta in effetti di un vero e proprio intervento chirurgico tramite il quale vengono estratti uno o più denti del giudizio e tale operazione in alcuni casi si rende necessaria affinché sia possibile prevenire o curare problemi dell’ arcata dentale. L’estrazione dei denti del giudizio al giorno d’oggi è divenuta un intervento di routine e consente di ridurre il rischio di sviluppare denti storti o malocclusioni. I professionisti di Medical Group, grazie alle moderne tecnologie a disposizione del Centro, indicheranno al paziente il tipo di intervento più adatto alla tipologia di problema riscontrato.

Cosa sono i denti del giudizio?

I denti del giudizio sono 4 molari, denominati anche terzi molari, che nascono alla fine delle arcate dentarie, precisamente nell’ultima posizione. Vengono chiamati denti del giudizio in quanto cominciano a spuntare intorno ai 18 – 20 anni e possono impiegare mesi o addirittura anni per fuoriuscire completamente. Sono infatti gli unici denti che non compaiono in età infantile. Nel momento in cui cominciano ad erompere attraverso le gengive possono provocare febbre, dolore, gonfiore o infezioni. É buona norma rivolgersi al dentista nel momento in cui cominciano a comparire in quanto un loro non corretto sviluppo potrebbe compromettere la salute della nostra bocca.

dente del giudizio

Quando è necessario togliere i denti del giudizio?

L’estrazione dei denti del giudizio è un operazione molto diffusa in quanto la maggior parte delle persone non hanno lo spazio sufficiente nelle arcate per accogliere i denti del giudizio per l’appunto. Capita molto spesso infatti che non riescano a fuoriuscire dalla gengiva totalmente o in parte (e in questo caso parliamo di denti inclusi) oppure che i denti del giudizio crescano orizzontalmente, ovvero il loro asse di crescita non è corretto. Denti del giudizio inclusi possono causare febbre, dolore o infiammazione perché tra il dente erotto e la gengiva che ancora ricopre il dente potrebbero crearsi delle sacche dove tende a depositarsi la placca batterica, mentre nel secondo caso il terzo molare potrebbe danneggiare il dente di fianco. Ma questi non sono gli unici casi in cui si rende necessaria l’estrazione del dente del giudizio, infatti il dentista procederà all’intervento nei casi in cui:

  • il dente causa una carie nel dente vicino;
  • quando il dente del giudizio causa la piorrea;
  • quando si è in presenza di un affollamento dei denti anteriori o comunque quando è necessario correggere il posizionamento dei denti.

Fa male l’estrazione dei denti del giudizio?

Come accennato prima l’estrazione dei denti del giudizio è un’operazione di routine che riguarda annualmente milioni di persone. La possibilità di dover affrontare l’intervento per estrarre i denti del giudizio rappresenta una delle paure più diffuse tra la popolazione, ma è da sottolineare il fatto che l’estrazione non va a pregiudicare in nessun modo l’estetica del nostro sorriso o la funzionalità delle nostre arcate dentali in quanto non basilari per la masticazione. L’operazione non è dolorosa, al paziente verrà somministrata anestesia locale che consentirà di sedare la parte. Trattandosi comunque di un intervento chirurgico è fondamentale affidarsi a dei professionisti. Presso Medical Group il dentista, dopo aver analizzato il caso specifico del paziente, fornirà tutte le informazioni riguardanti la procedura dell’operazione di estrazione dei denti del giudizio e illustrerà come affrontare i giorni seguenti all’intervento, indicando eventuali farmaci da prendere o accortezze da seguire. Grazie all’esperienza dello staff di Medical Group in presenza di stati ansiosi da parte del paziente quest’ultimo verrà messo a proprio agio cercando di creare un ambiente rilassato.