Tartaro: come si forma e come prevenirlo

INDICE

Uno dei problemi principali e più frequenti che riguardano i nostri denti è sicuramente la formazione del tartaro. I denti sono importanti non solo per un fattore estetico ma anche per il nostro benessere fisico. Una giusta cura dei denti è dunque fondamentale e per questo bisogna affidarsi a veri professionisti del settore come il dentista in Medical group che risolverà tutte le problematiche dei denti, compresa quella del tartaro.

Cos’è il tartaro

Il tartaro è un accumulo di ​depositi minerali​ che aderiscono fortemente al dente attraverso un processo di mineralizzazione della placca batterica e che poi, purtroppo, non è possibile rimuovere con lo spazzolino. Il tartaro nei denti è di colorazione giallognola​, ma in alcuni casi può anche assumere colori che vanno dal ​bianco ​al ​grigio scuro​. Ciò dipenderà dalle varie sostanze con le quali il tartaro entrerà in contatto, ad esempio il fumo della sigaretta tenderà a scurirlo. Ci sono due tipologie di tartaro nei denti: uno che si trova nella parte esterna dei denti ed un altro che si trova sotto la gengiva. Il tartaro che si trova sulla parte esterna dei denti si forma in breve tempo e si presenta sotto forma di piccole incrostazioni bianche o giallognole sul dente. Il tartaro che si trova sotto la gengiva, invece, è di colore rossiccio per via di piccole emorragie gengivali. Proprio questo tipo di deposito di tartaro non è visibile nell’immediato, ma è molto pericoloso perché spesso è l’origine di malattie come la parodontite. Il tartaro sottogengivale, inoltre, può causare alitosi. Il tartaro nei denti, infine, può anche formare delle carie. Per questo è importante sottoporsi spesso ad una visita dal dentista. L’odontoiatra di Medical group si prenderà cura del vostro sorriso.

tartaro medical group

Come si forma il tartaro nei denti

Il tartaro si forma a causa di un’errata igiene orale. Per avere cura dei propri denti occorre lavarli dopo ogni pasto, ricorrendo allo spazzolino tradizionale o a quello elettrico e utilizzando il collutorio, oltre che, con accortezza, il filo interdentale. Dopo i pasti, infatti, i residui di cibo che rimangono in bocca sono attaccati da alcuni batteri che formano sulla superficie dei denti una patina incolore, detta anche placca batterica o placca dentale. Il tartaro e questa placca sono strettamente collegati. Se la placca non viene rimossa attraverso una buona igiene orale entro 12-18 ore, questa si calcificherà iniziando a produrre depositi di tartaro. Ma anche alcune alterazioni della saliva possono incidere sul processo di creazione del tartaro. Il ph e la composizione della saliva, infatti, sono in grado di agevolare e velocizzare purtroppo lo sviluppo del tartaro nei denti. La formazione del tartaro, inoltre, è legata anche al tipo di cibo che mangiamo. Se la nostra alimentazione prevede l’uso di alimenti raffinati, zuccheri e grassi dannosi, la formazione del tartaro sarà, purtroppo, molto più facile.

Come prevenire e rimuovere il tartaro

La prevenzione veste un ruolo importante nel fermare il tartaro prima che possa arrivare a formare carie o addirittura a far perdere un dente. È molto importante, come scritto, prendersi cura della propria igiene orale lavandosi i denti ogni volta che mangiamo. Oltre all’igiene orale, è fondamentale andare dal nostro dentista di fiducia almeno due volte all’anno. Sarebbe anche opportuno evitare tipi di cibi che favoriscono la formazione della placca dentale, come ad esempio dolci o bevande zuccherate. La rimozione del tartaro è impossibile da fare con un normale spazzolino e per questo bisogna rivolgersi ad un odontoiatra. La figura professionale del dentista di Medical group fa al caso vostro per la prevenzione e rimozione del tartaro, sia di quello che si trova nella parte esterna dei denti sia di quello che si trova sotto la gengiva. Per la salute dei tuoi denti e per avere sempre un sorriso smagliante, affidati alla professionalità di Medical group.

COMPILA IL FORM